ISSN 2284-0869 Rivista di Storia - Scrittura e Società

Peer review

1.- Proposta di pubblicazione dei contributi

1.1 La proposta di pubblicazione di ciascun contributo alla rivista PROGRESSUS è trasmessa alla Direzione da uno dei suoi membri, ovvero direttamente dall’autore.

1.2 La Direzione effettua una prima valutazione editoriale, in ordine alla generale adeguatezza tematica del contributo proposto rispetto all’impostazione ed ai temi trattati nella Rivista.

2.- Formazione dell’elenco dei Referee

2.1 La Direzione approva un elenco di referee esterni alla Direzione, composto da studiosi italiani e stranieri particolarmente qualificati nel settore dello studio delle fonti del diritto, la cui inclusione nell’elenco può essere proposta da ciascun componente della Direzione.

2.2 L’elenco dei referee è custodito ed aggiornato dal Direttore.

3. – Peer review

3.1 Qualora una proposta di pubblicazione sia preliminarmente accettata dalla Direzione ai sensi del punto 1.2, il Direttore invia il contributo fatto pervenire dall’autore ad almeno un referee tratto dall’elenco di cui al punto 2., nonché ad un membro della Direzione diverso da quello che ha proposto la pubblicazione del contributo (il “Revisore Interno”).

3.2 Nella individuazione dei referee per ciascun contributo, il Direttore opera in primo luogo selezionando i referee che presentano una maggiore competenza sul tema del contributo, e comunque con criteri di rotazione.

3.3 Il contributo è trasmesso ai referee esterni in forma pienamente anonimizzata, senza l’indicazione del nominativo dell’autore, ed omettendo eventuali riferimenti anche bibliografici che ne possano determinare la riconoscibilità. Al contempo, l’autore non viene in alcun modo messo a conoscenza del nominativo dei referee esterni cui il contributo è stato trasmesso, per tutta la durata del processo di peer review e successivamente ad esso.

3.4 I rapporti con i referee e con il Revisore Interno sono gestiti dal Direttore, che può procedere anche alla sostituzione nel caso in cui il giudizio non sia espresso o possa essere espresso solo in termini incompatibili con la tempistica editoriale della Rivista.

4.- Giudizio dei revisori

4.1 Sia i referee esterni che il Revisore Interno sottopongono tempestivamente a revisione il contributo ricevuto, ed esprimono un parere in ordine alla sua pubblicazione sulla Rivista.

4.2 Il giudizio ha carattere discorsivo e sintetico, ed ha ad oggetto: (i) la novità/originalità del contributo, (ii) la metodologia seguita dall’autore, (iii) la chiarezza e lo stile dell’esposizione.

4.3 Il giudizio può contenere anche indicazioni confidenziali per la Direzione, che non vengono trasmesse all’autore.

4.4 Il giudizio può concludersi con:

a) Indicazione di dignità di pubblicazione;

b) Raccomandazione di non procedere alla pubblicazione;

c) Richieste di revisione del contributo cui è subordinato il giudizio di dignità di pubblicazione

4.5 Nel caso sub c), la Direzione inoltra immediatamente all’autore, sempre in forma anonima, le richieste di revisione pervenute, invitandolo a procedere ad adeguarvisi. La Direzione verifica l’adeguamento del contributo alle richieste di revisione, eventualmente inviandolo di nuovo – se necessario e soprattutto in relazione alla quantità ed alla ampiezza delle revisioni richieste – ai referee od al Revisore Interno che le hanno formulate.

4.6 Qualora i referee ed il Revisore Interno abbiano rispettivamente dato giudizi difformi, della tipologia sub a) e b), la decisione finale sulla pubblicazione è rimessa alla Direzione.

5.- Contributi esentati dalla peer review

Qualora la Direzione non decida di procedere con la peer review anche in tali casi, normalmente non sono sottoposti a peer review i contributi consistenti in atti di convegni per i quali la Rivista procede alla pubblicazione integrale delle relazioni o degli interventi.

css.php